Features

2014

Giostra della Quintana di Foligno per Unicef: “100% vacciniamoli tutti”

“100% vacciniamoli tutti”  è la campagna Unicef in favore della popolazione infantile a cui ancora viene negato l’accesso alla vaccinazione di base.
In questa occasione l’Ente Giostra Quintana di Foligno ha organizzato un’iniziativa di raccolta fondi che rientra nel progetto “La Quintana è solidarietà 2014”.
Il progetto  è stato presentato il 1 settembre 2014 presso il Salone d’Onore di Palazzo Candiotti a Foligno, sede storica dell’Ente Giostra Quintana.
Alla conferenza stampa erano presenti: il Presidente dell’Ente, Domenico Metelli, il sindaco di Foligno, Nando Mismetti, la vice Presidente dell’Ente, Maria Rita Lorenzetti, il Presidente del Comitato Italiano per l’Unicef, Giacomo Guerra, il Presidente regionale per l’Unicef, Paolo Brunetti, la Presidente provinciale per l’Unicef, Iva Catarinelli, la Garante regionale per l’Infanzia e l’Adolescenza, Maria Pia Serlupini e il Direttore Generale dell’Usl Umbria 2, Sandro Fratini.
Dopo l’incontro la vera sorpresa: tutti i presenti si sono recati a Porta Romana, presso il Quintana Point, per l’inaugurazione dell’installazione sospesa dei “campanelloni”, il simbolo della campagna Unicef.
Infatti proprio i campanellini dell’Unicef sono stati i protagonisti dell’iniziativa di solidarietà che ha previsto la vendita degli stessi presso il Quintana Point per tutto il periodo della manifestazione.

Giostra della Quintana di Foligno e Istituto Professionale Orfini Di Foligno: moda e solidarietà

Gli studenti della classe V TAM dell’ Istituto Professionale Orfini di Foligno hanno ideato un progetto di merchandising interamente dedicato alla Giostra della Quintana con la creazione di t-shirt e shoppers che sono state vendute al Quintan Point durante il periodo della manifestazione. Il ricavato è stato devoluto alla ONLUS “Associazione Persefone per le cure palliative”

Giostra della Quintana di Foligno e Viavai Piante Benedetti: piantine per la vita

In occasione della Cena Grande 2014 è stata presentata l’iniziativa ‘Coltiva la Solidarietà’. Durante la Cena Grande sono state distribuite piantine aromatiche donate da “Vivai Piante Benedetti di Foligno”, in cambio di un contributo per sostenere, anche questa volta, "l’associazione Persefone per le cure palliative” e dotare di attrezzature il reparto di pediatria dell’ospedale San Giovanni Battista di Foligno. Le piantine sono state confezionate dai popolani dei dieci rioni e alla serata erano presenti anche i ragazzi della clown terapia.

2013

Giostra della Quintana di Foligno e il mammografo donato all’Ospedale “Giovanni Battista”

La tradizionale Cena degli Auguri del 2013 si è trasformata in un momento significativo di solidarietà: il presidente dell’Ente Giostra Quintana, Domenico Metelli e la vice presidente, Mari Rita Lorenzetti, hanno consegnato al dottor Sandro Fratini, direttore generale dell'UslUmbria 2, la somma di 50mila euro per l'acquisto di un mammografo di ultima generazione per il reparto di Senologia dell'Ospedale di Foligno.

 
2012

Giostra della Quintana di Foligno e il “Convivio della Solidarietà”

Il 24 novembre del 2012, si è tenuto il ‘Convivio della Solidarietà’ presso la “Locanda della Rosa” del rione Ammanniti.
La cena evento è stata organizzata dall’Ente Giostra della Quintana di Foligno con la partecipazione dei dieci rioni e ha visto la presenza di oltre 270 commensali.
Il progetto di raccolta fondi, curato dalla vice presidente Maria Rita Lorenzetti, ha avuto come fine l’acquisto di un mammografo per il reparto di Senologia e di un respiratore per il reparto di Pediatria  dell’Ospedale di Foligno, ed il sostegno dell’associazione “Persefone” che si occupa dell’assistenza ai malati terminali.


2011
Giostra della Quintana di Foligno e il Palio dipinto dai ragazzi CAD, Centro di Accoglienza Diurno 

Il Palio della Giostra della Sfida del 18 giugno 2011 è stato realizzato dai 25 ospiti del Centro di Accoglienza Diurno (CAD) di Foligno, la struttura riabilitativa del Dipartimento di Salute Mentale dell’Asl n. 3 dell’Umbria.
Già nel 2010 il Presidente della Commissione Artistica dell’Ente, Stefano Trabalza, aveva apprezzato il lavoro di questi artisti e il loro progetto creativo dal tema “Il nostro vivere, la Giostra della Quintana”, e proprio da questo laboratorio di pittura è stato realizzato il Palio.
L’opera raffigura un cavaliere in sella ad un cavallo bianco proprio sopra l’otto di gara delimitato da un grande anello e rappresenta mirabilmente la sfida che questi giovani affidano proprio al cavaliere per riappropriarsi a pieno titolo della vita.
Nella serata di presentazione del Palio, nel discorso di chiusura, il Presidente dell’Ente, Domenico Metelli, ha detto: “La Quintana è anche, anzi, soprattutto questa, la scelta di questo Palio spero rappresenti una grande opportunità per questi ragazzi. Hanno lavorato sul progetto dimostrando una passione infinita per la Quintana e l’Ente, di fronte a questo, non ha esitato nemmeno un attimo a farli diventare i veri protagonisti di questa edizione”.
Indescrivibile la gioia dei ragazzi quando il dottor Ivano Cenci, Responsabile del Centro Salute Mentale di Foligno, e gli operatori hanno comunicato loro che erano stati scelti come autori del Palio della manifestazione che amano profondamente.
In quella occasione la scelta dell’Ente Giostra Quintana era mirata a sottolineare il profondo legame della Quintana con la città, un valore racchiuso e custodito gelosamente nell’opera che questi giovani autori avevano realizzato.